HOME

APPROVAZIONI: NOSTRA MOZIONE CONTRO LE LUDOPATIE E DISSENSO PER DECRETO “SBLOCCA ITALIA”

Per descrivere quello che è successo lunedì 24 novembre al Consiglio comunale di Seriate ci sono due modi: se volessimo piantare delle bandierine e porre l’accento sul fatto che sono state approvate due nostre mozioni, diremmo che è stata una grande vittoria del MoVimento l’accoglimento delle nostre proposte e che gli argomenti discussi erano così importanti che ci sembra strano che siamo stati noi gli unici a portarli in discussione.

Siccome il nostro approccio è invece quello di valutare le questioni nel loro merito e se corrispondono o meno all’interesse generale, ciò su cui esprimiamo soddisfazione è il vedere l’interesse che il Consiglio ha mostrato per i temi trattati, a prescindere dall’esito del voto dei singoli punti all’ordine del giorno.

Sulla prima mozione, che parlava del contrasto alle ludopatie, si è riscontrato il maggior accordo tra i gruppi consiliari, tanto che è stata approvata all’unanimità; il Consiglio ha così espresso la volontà di impegnarsi direttamente a fianco della Giunta per ideare iniziative per contrastare il grave fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo (sotto qualunque forma: slot machines, videolottery, gratta e vinci, Superenalotto etc.), spinto e promosso da uno Stato che pur di far cassa non si fa scrupoli a sfruttare un mezzo che produce un grave disagio sociale, ma che consente di raccogliere più tasse che non quelle che verrebbero introitate da un aumento dei consumi. Come primo passo i Capigruppo si riuniranno per discutere un regolamento comunale, ed è stata data assicurazione verbale che una volta concluso il processo, il Comune si farà promotore di un’iniziativa di sensibilizzazione presso gli altri Enti locali.

Dibattiti parimenti interessanti ci sono stati a proposito degli altri punti in programma, a proposito di rifiuti, trattato di cooperazione economica tra Unione Europea e Stati Uniti d’America e del decreto “Sblocca-Italia”, che sono temi molto importanti per le ricadute che hanno sulla nostra quotidianità ma i cui dettagli sono poco conosciuti dalla popolazione perché questi argomenti trovano poco spazio sui mezzi d’informazione tradizionali.

Pur nella diversità di opinioni, in Aula si è parlato di iniziative per diminuire il costo della gestione dei rifiuti (e quindi della TARI), di come le multinazionali stiano cercando di costruirsi norme su misura per schiacciare definitivamente i produttori locali e di quanto sia importante far sentire agli organi europei la presenza di un’opinione pubblica informata, così che prima di cedere alle lobby, confidando nella segretezza delle loro trattative, ci pensino due e forse anche più volte.

Ma la vera notizia della serata, piuttosto che l’approvazione della mozione di critica al decreto “Sblocca-Italia”, è che il PD ha dichiarato che gli inceneritori vanno bene quando li propongono loro, con tanti saluti alla tutela dell’ambiente a cui dicono di tenere moltissimo e con grande coerenza rispetto alle critiche che muovono quando gli inceneritori sono previsti da norme di altre forze politiche.

Alvaro D’Occhio

Consigliere Comunale M5S Seriate

About seriate5stelle@gmail.com

No information is provided by the author.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>