Autore Topic: TEAM di COORDINAMENTO - riunione 30 dic 2013  (Letto 929 volte)

Marcello Zenoni

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
TEAM di COORDINAMENTO - riunione 30 dic 2013
« il: Gennaio 02, 2014, 22:31:34 pm »
il 30 dicembre ci siamo incontrati per definire le prossime azioni in vista della campagna elettorale.

Presenti: Marcello Zenoni, Claudio Bonetalli, Attilio Pizzigoni, Grazia, Ornella Bramani, Bruno Togni, Manuel Steffenoni, Fabio Gregorelli, Giorgio Ghisleni, Vanila Gotti, Danilo Rossi, Federico Remondini, Stefano Reale, Giuseppe Pietro Belli, Maurizio Vergani. (se ho dimenticato qualcuno me ne scuso in anticipo).

In prima battuta, abbiamo fatto il punto sulle votazioni per il candidato Sindaco, cercando di fare tesoro degli errori procedurali e dei limiti di LF. Abbiamo pertanto dedicato un po' di tempo al dibattito che ne è scaturito, senza peraltro addivenire ad una sintesi che soddisfacesse tutti. La questione, purtroppo, verrà ripresa ancora in altre sedi con dispendio di risorse e tempo preziosi.

Archiviata la questione sulle votazioni, ci siamo dedicati al programma 2014.

Schematicamente:

- Partiamo dalle idee chiave ovvero dai principi inderogabili che sono  PARTECIPAZIONE e TRASPARENZA. Partecipazione da costruire fin da subito.

- Costruiamo il programma dal lavoro dei singoli gruppi tematici e dall'ossatura nazionale (Non Statuto) e dalla preziosa esperienza del Movimento a Parma.

- Una volta consolidato il corpus del programma, cercare di arricchirlo con la "visione" di città ideale verso cui tendere. Considerazioni sulla piramide di Maslow e sullo schema HTWK (Home-Time-Work-Knowledge).

- infine vestizione grafica e comunicativa del tutto.

Infine abbiamo dato vita ad una sorta di brainstorming per aggiungere suggerimenti, suggestioni, impressioni, etc ai punti sopra indicati.

Abbiamo raccolto e discusso pertanto le seguenti idee:
- coinvolgere più possibile i comitati cittadini
- ribadire a chi critica la presunta ns. scarsa concretezza, lo stato di avanzamento dei progetti del Comune, compreso nelle 150 cartelle del Piano Esecutivo di Gestione, consultabile pubblicamente
- ribadire per il tema della partecipazione la possibilità di accedere a strumenti validi già esistenti come il referendum cittadino
- pensare ai portatori di handicap e al progetto Città Sane (esiste un'assemblea tra i sindaci e le ASL)
- rafforzare i contatti con le associazioni/realtà femminili (> Vani), tipo SNOQ, etc
- Valutare il rapporto con la Chiesa

Bonetalli ci illustra la teoria della Campagna Elettorale, sottolineando due momenti chiave: il RECRUITING (reclutamento) del Comitato Elettorale e il ISSUE SETTING ovvero il proporre i temi di discussione e non subirli.

Probabilmente il gruppo Indirizzo si evolverà in questa fase in Gruppo Coordinamento Campagna, dovendo curare sia i delicati aspetti burocratici (raccolta firme, modulistica, etc) che l'organizzazione logistica (tipo i banchetti nei quartieri). Si dovrà richiedere la presenza del banchetto per un quartiere alla volta per i prossimi sabato mattina, a partire da prima possibile. Il candidato Sindaco è più che disponibile a presenziare a tutti questi banchetti di quartiere, raccogliendo in un librone tipo registro asburgico le istanze dei cittadini. Nel caso indosserà una palandrana da azzeccagarbugli! ;-)

Entro la prossima plenaria sarebbe ideale raccogliere le prime adesione al gruppo di supporto e coordinamento.

La seduta di toglie con gli auguri per un fantastico 2014!


« Ultima modifica: Gennaio 06, 2014, 00:22:16 am da Marcello Zenoni »

Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:TEAM di COORDINAMENTO - riunione 30 dic 2013
« Risposta #1 il: Gennaio 03, 2014, 10:05:17 am »
Analisi in gran  parte condivisibile, ma vorrei commentare e soffermarmi su alcuni passaggi    :

“- Partiamo dalle idee chiave ovvero dai principi inderogabili che sono  PARTECIPAZIONE e TRASPARENZA. Partecipazione da costruire fin da subito.”

Obiettivo giusto, ma come e con quali strumenti in rete e sul territorio?

IN RETE  (che il m5s a Bergamo utilizza vedo assai poco,nonostante abbia costruito un sito potenzialmente ottimo se solo  venisse usato e ristrutturato meglio):
come potenziare ad es. liquid feedba
ck evitando che le decisioni vengano prese sempre dalle stesse persone, che si formino oligarchie ecc?  Come ampliare l’accesso al forum ( che dovrebbe essere almeno in rete un pre-strumento di discussione a liquid ma di fatto viene snobbato proprio dagli attivisti ?   Come potenziarlo estendendone e favorendone l’accesso al pubblico, visto che, di recente,  è stato tolto perfino il collegamento dalla home?
Che dire poi del blog-giornale che si limita a comunicati ?

SUL TERRITORIO:

si fa sentire anche qui il problema lasciato insoluto della dotazione di una sede fissa che avrebbe contribuito e di molto a superare diversi problemi organizzativi e di partecipazione .

Se un movimento in crescita vuole fare il salto di qualità non può prescindere a mio parere da un suo radicamento sul territorio e senza un punto di riferimento fisso non è possibile farlo.



"- Costruiamo il programma dal lavoro dei singoli gruppi tematici e dall'ossatura nazionale (Non Statuto) e dalla preziosa esperienza del Movimento a Parma."

Questo puo’ essere giusto ma occorre partire soprattutto dai bisogni del territorio e della gente e come è possibile farlo se non li si coinvolge  in rete e  nel territorio? Se poi si limita la scelta dei contenuti solo ai gruppi tematici si ricade nella solita chiusura delle scelte a pochi attivisti  con buona pace dell’allargare la partecipazione. Inoltre oltre che Parma, per i contenuti e le linee guida, bisognerebbe fare riferimento a quanto emerso in rete , nelle varie realtà, non solo quelle del m5s,  che hanno utilizzato strumenti di partecipazione per costruire programmi : qui ad es avevo riportato e raccolto alcune idee che potrebbero essere utili. :

http://bergamo5stelle.it/forum5stelle/index.php?topic=3.0


“- Una volta consolidato il corpus del programma, cercare di arricchirlo con la "visione" di città ideale verso cui tendere. Considerazioni sulla piramide di Maslow e sullo schema HTWK (Home-Time-Work-Knowledge). “

Forse questo obiettivo finale andrebbe indicato subito inserendo nella progettazione gli obiettivi intermedi ,insomma occorre partire da un progetto, ben articolato, con tanto di  tempi, modi mezzi e strumenti.

Ma prima ancora di tutto questo andrebbe rapidamente risolto il problema di fondo di come,  almeno a livello locale, tentare di risolvere quello che, a livello nazionale ,non è stato fatto che in minima parte:


 la creazione di una effettiva partecipazione dal basso e in modo attivo dei cittadini , un canale permanente di dialogo tra base e eletti in comune  e qui si ritorna la questione iniziale di come far funzionare meglio Liquid-Forum-Blog e la questione fondamentale di un punto di incontro stabile con una sede fissa che consenta una maggiore partecipazione produttività, approfondimento ,evitando la superficialità, creazione di ristrette oligarchie anche in  buona fede,  e dispersione di molti incontri occasionali qui e la’ sul territorio.


Se non si parte dalle fondamenta è difficile poi costruire  bene  la casa.
« Ultima modifica: Gennaio 03, 2014, 10:13:53 am da Angelo »
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/

Phate91

  • Newbie
  • *
  • Post: 4
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Re:TEAM di COORDINAMENTO - riunione 30 dic 2013
« Risposta #2 il: Gennaio 08, 2014, 15:16:39 pm »
Avanti così ragazzi!