Autore Topic: Il programma dei cittadini  (Letto 1132 volte)

Daniele T.

  • Newbie
  • *
  • Post: 11
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Il programma dei cittadini
« il: Marzo 26, 2013, 13:00:24 pm »
Come tutti noi ben sappiamo, la nostra forza è la comunicazione e la condivisione di idee e opinioni tramite web. Trovare un problema, analizzarlo, discutere, risolvere il problema. Concetto molto stirato, forse anche un po' utopico, ma comunque non impossibile (altrimenti non saremmo qui). Dobbiamo però capire che una delle "lacune" di questo sistema sono le tante persone che: vuoi perché il pc non sanno nemmeno accenderlo, vuoi perché non conoscono ancora i nostri sti e blog, e tanti altri motivi; vengono "tagliati fuori" oppure non si avvicinano al movimento, per la propria "complessità di metodi". Ora, per poter venire in contro ai cittadini a 360 gradi si dovrebbero trovare delle iniziative che permettano anche a chi non è esperto con i computer, di dare la propria opinione o consiglio. L'idea (per quanto grezza) migliore, sarebbe quella di fare dei banchetti, in cui mettiamo a disposizione delle persone un "questionario" in cui queste potranno scrivere quali sono i problemi principali ed eventualmente le soluzioni che si dovrebbero adottare. Con questa iniziativa, potremmo analizzare i problemi più sentiti, individuare se le questioni sono in linea con il pensiero del movimento, e stilare i vari programmi sulla base ANCHE di questo. Naturalmente la mia idea è nata per le comunali del 2014, ma il metodo lo si può usare anche per tutte le altre elezioni.
Cosa ne pensate?

Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #1 il: Marzo 27, 2013, 15:25:39 pm »
Si puo' fare,secondo me, sia  potenziando e pubblicizzando come ho cercato di indicare gli strumenti in rete,sia sul territorio , l'idea di coinvolgere la popolazione tramite questionari , magari supportati da volantini mi pare buona anche se ho sentito che ad es questa azione fatta nelle scuole non ha dato i frutti sperati,magari con gli adulti funziona meglio.

Comunque, a mio avviso, in assenza di radio e tv ,la rete resta ancora lo strumento migliore,credo che ormai molti la utilizzano si tratta di potenziare e pubblicizzare meglio il nostro sito .Se poi si riuscisse a creare un piccolo giornale da stampare in alcune copie  per poi distribuirlo ad hoc ancor meglio.

Venendo al pratico il  questionario  dovrebbe essere semplice e sintetico  con tre max quattro domande chiave e riportare indirizzo  nostra email ,url sito ,con possibilità di riconsegna immediata o tramite email .Nel contempo lo stesso questionario  potrebbe essere messo in rete in una pagina  con la voce ,ad es.:
Segnalaci i problemi  della città o del tuo comune...
« Ultima modifica: Marzo 27, 2013, 15:35:05 pm da Angelo »
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/

Daniele T.

  • Newbie
  • *
  • Post: 11
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #2 il: Marzo 27, 2013, 18:20:42 pm »
Esatto Angelo! Principalmente le questioni più comuni potrebbero essere: Sicurezza, Territorio, Mobilità, Politiche sociali.
Naturalmente, in questo lavoro, nella parte di controllo dei quesiti, si dovrà fare una scrematura dei vari problemi/soluzioni. Soprattutto nelle grandi città, dove questi, si differenzieranno da quartiere a quartiere. Parlando in modo pessimistico, il questionario non darà molta linfa per la stesura dei vari programmi, ma posso osare dire che l'impatto sull'opinione pubblica non sarà irrilevante.

Stefano Ghidini

  • Newbie
  • *
  • Post: 2
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #3 il: Marzo 28, 2013, 10:14:44 am »
Salve,
concordo con Angelo sulla necessità di creare delle linee guida da proporre nei banchetti,con evidenza dei punti fondamentali che caratterizzano il programma,cercando di capire quali sono le istanze del territorio.Mi sono trovato(per la 1^ volta)ad un incontro tra simpatizzanti/attivisti presso Chiuduno.
Sono rimasto abbastanza sconcertato dal vuoto organizzativo/contenutistico della serata.
Mi sono approcciato da poco al movimento,ma ritengo che quando ci proponiamo alla popolazione
dovremmo lavorare anche su una sorta di programma elaborato a livello provinciale.
Tale modo di proporsi non può basarsi sullo spontaneismo di un singolo individuo,ma deve essere almeno condiviso da un gruppo di persone.Il rischio che "corriamo"è di creare delle figure verticistiche a livello ideologico, e non credo che tale posizione rispecchi ciò che è la finalità del Movimento.
La domanda che Vi pongo è la seguente:è possibile partecipare ad una gruppo che si occupi della formazione e di dibattere su ciò che e su come è necessario proporsi alla cittadinanza in occasione dei banchetti?grazie

Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #4 il: Marzo 28, 2013, 18:22:38 pm »
Siamo sempre  li',  al punto centrale gioia e dolore di ogni movimento , quello di darsi una organizzazione ,miglior coordinamento e questo vale sia qui che in generale a livello nazionale. Quello che mi stupisce è perchè si continui ad affidarsi allo spontaneismo, che magari andava bene all'inizio, ci si disperda a volte  in continui incontri sparsi sul territorio invece di concentrarsi prima sulla risoluzione di questi problemi cui tutti dovrebbero partecipare .A costo di annoiare e ripetermi ritengo che lo si debba fare attraverso l'utilizzo della rete :forum  creando una sezione proposte intergruppi (una sorta di sezione plenaria in rete) e attraverso la risoluzione di una sede fissa che agevolerebbe moltissimo il processo. Secondo passaggio dopo il forum : liquid feedback di cui sto ancora aspettando invano il codice accesso come penso altri.

Ultimo aspetto : creazione di uno staff  centrale che si occupi solo di questo. All’interno dei gruppi invece l’orrganizzatore dovrebbe svolgere inoltre anche la funzione di coordinatore e riunirsi periodicamente  con gli altri coordinatori dei vari gruppi e stendere una breve  relazione su quanto emerso   sia nel singolo gruppo, sia  nella riunione generale con gli altri coordinatori .  lo staff centrale provvederà a pubblicarla in rete  perché tutti possano dare  il loro parere. Eventuali proposte o progetti emersi su cui concorda la base  andranno poi presentati e messi ai voti su liquid feedback.

Quanto al merito   delle proposte forse sarebbe utile pubblicare una spiegazione- guida :

1-di come si articolano correttamente le proposte
2. un organigramma o mappa concettuale di come è strutturato attualmente il movimento 5 s di Bergamo e di come sia possibile miglioralo.
Se qualcuno degli organizzatori qui  disegna uno schemino semplice della struttura attuale dei gruppi forse  è possibile poi suggerire come potrebbe essere migliorato e corretto .

Sul primo punto posso dare  già qui io  una scaletta .  Spero possa essere utile:

FASI ESSENZIALI PER STENDERE UN PROGETTO, PROPOSTA O PROGRAMMA

Individuato un dato problema ,tenendo conto  dei soggetti cui la proposta o progetto  sono  rivolti  , dopo aver descritto brevemente le motivazioni che hanno portato alla stesura della proposta, occorre precisare   almeno:

Obiettivi da realizzare ( usare frasi sintetiche con verbo all’infinito es.: acquisire ,coinvolgere apprendere,ecc). Gli obiettivi da raggiungere possono essere distinti in  generali , minimi, a breve e lungo termine.

Metodi da utilizzare per conseguire l’obiettivo

Strumenti e mezzi da usare (cose, materiali, persone, competenze necessarie  ecc.) per realizzare il progetto. Nel caso di proposte programmatiche è necessario precisare  quantificando con precisione le risorse  disponibili o i modi con cui finanziarlo. Valutazione preventiva dei costi e benefici.

Tempi previsti : (  quantificazione  di massima dei tempi e fasi previste per realizzare il progetto o conseguire l’obiettivo)

Verifiche  eventuali e rilevazioni sul procedere della iniziativa apportando eventuali varianti e correzioni se necessarie.

Verifica finale del raggiungimento dell’obiettivo.
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/

Federico R

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Karma: +1/-0
    • Mostra profilo
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #5 il: Aprile 01, 2013, 10:32:54 am »
Il tema organizzazione è stato affrontato durante l'ultimo incontro del gruppo indirizzo. Trovi una prima bozza di resoconto della serata in PBW.

Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #6 il: Aprile 01, 2013, 15:12:48 pm »
Grazie per l'informazione.Ci ho provato a trovarlo ma, nella quantità di voci e documenti ...non ci sono riuscito ,.sinceramente  questo strumento non mi  appassiona molto ,magari se mi dici dove devo cercare do' una occhiata.
ciao
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/


Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #8 il: Aprile 02, 2013, 12:23:49 pm »
Grazie molte.
Il percorso è chiaro, forse sarebbe il caso,visto che mi pare che pb works non sia utilizzato da molti , che risultati ed organigramma (grafico o mappa concettuale ) struttura e organizzazione gruppi sia messa anche sul sito o forum , insieme a scaletta per stendere proposte in modo corretto. Mi sono permesso di indicare sinteticamente uno schema di procedura qui: http://bergamo5stelle.it/forum5stelle/index.php?topic=79.0 se puo' servire.
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/

alberto.derui@libero.it

  • Visitatore
Re:Il programma dei cittadini
« Risposta #9 il: Aprile 05, 2013, 12:09:23 pm »
Condivido pienamente il problema della comunicazione, ma il mondo di internet la maggior parte non conosce nemmeno. Certamente questo concetto deve essere la chiave per ottenere il risultato necessario affinchè il M5S possa essere unico pensero per tutto il paese. Grillo dal suo blog è in grado di comunicare all'intero paese attraverso i mezzi di comunicazione quali giornali e televisione. Ma purtroppo essendo tutti sotto padroni, escono sempre informazioni contorte e veicolate, e spesso screditano il lavoro svolto. In Italia è un bellissimo paese e ne dobbiamo essere fieri. Ora come mezzo di comunicazione dovrà raggiungere ogni Italiano. Il singolo dovrà contare sempre nella conduzione politica di un paese e per farlo quindi dobbiamo cercare di trovare mezzi di comunicazione alternativi e nel miglior dei modi.
Certo questo sarà difficile e dovremmo trovare forze nuove e mezzi necessari affinchè il singolo italiano conti veramente.
Noi siamo come dico spesso un enorme condominio e i nostri politici sono degli amministratori. L'idea della comunicazione globale per il paese è bellissima. Quando riusciremo ad ottenere il risultato promesso avremo sviluppato finalmente dopo 67 anni di Repubblica Italiana, realmente che "IL POPOLO è SOVRANO". La nostra Costituzione è bellissima peccato che non sia al servizio del cittadino .