Autore Topic: Ex Riuniti - come comportarci ?  (Letto 551 volte)

Mirko Bogataj

  • Visitatore
Ex Riuniti - come comportarci ?
« il: Maggio 20, 2013, 10:26:24 am »
In merito al "Comunicato stampa "Ex Riuniti", attualmente al voto su LF, vi giro le riflessioni di un architetto di Bergamo:

"La soluzione deve venire da due soggetti.
 
1) I cittadini/associazioni/movimenti che propongono mediante votazione il programma (per programma intendo quello che si piacerebbe ottenere dall’uso di tale ambiente senza prefigurare assetti urbani o dispositivi architettonici e tantomeno entrare in merito a questioni di altezza degli edifici, di linguaggio o altro) altrimenti si comporterebbero ne più ne meno come gli altri…..
 
2) I competenti  architetti progettisti e non politici vari….. ma veri progettisti che hanno caratteristiche di qualità……..nel realizzare tale programma nel migliore dei modi. All’interno di questi competenti, abbiamo anche le università con le svariate tesi di laurea e ricerche e seminari e master che hanno indagato la città ed il territorio da 20 anni a questa parte…… ci sono molti lavori che hanno fatto riflessioni e studi su tali aree….(per quanto riguarda l’ospedale non in modo specifico)
 
 
Ora nasce la questione come?
 
Quelli di cui al punto 1 devo descrivere quello che vogliono e fare delle proposte di programma che siano economicamente sostenibili ( ecco il ruolo della politica competente) ma attenzione solo programma e non iniziare a prefigurare modelli urbani o dell’abitare……. i politici sono ignoranti e non devono accaparrarsi nulla che non gli competa…..
 
Quelli di cui al punto 2 devono costruire un bando di progettazione internazionale con giuria di valore locale ed extraterritoriale, e rimettere in sede di referendum propositivo i primi 5 selezionati ( x esempio).
 
Da li i poi si sviluppa il confronto ed il dibattito su questioni reali che mostrano scenari e condizioni differenti … altrimenti si cade nel regressismo vernacolare degli ignoranti! Si procede quindi con incontri per far valutare ai cittadini di Bergamo ( pertanto solo ai residenti) le scelte con referendum propositivo x uno o due livelli di confronto……"

Angelo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 191
  • Karma: +1/-1
  • “Guardare da una nave la costa che scivola via è c
    • Mostra profilo
    • Progetto democrazia diretta
Re:Ex Riuniti - come comportarci ?
« Risposta #1 il: Maggio 20, 2013, 18:26:56 pm »
io comincerei col  mettere finestre apribili invece che  ermeticamente chiuse per cui i degenti devono respirare solo aria condizionata con rischi relativi.... ;D
“guardare da una nave la costa che scivola via è come riflettere su un enigma”
http://www.angelomazzoleni.com/

vani

  • Newbie
  • *
  • Post: 47
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Re:Ex Riuniti - come comportarci ?
« Risposta #2 il: Giugno 05, 2013, 13:20:37 pm »
articolo di oggi su

http://www.bergamonews.it/politica/area-riuniti-il-comune-sicurezza-dellarea-prima-di-tutto-175672


Si è tenuto questa mattina un incontro fra l’Amministrazione comunale, la Direzione amministrativa dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII ed i rappresentanti di Infrastrutture Lombarde s.p.a. per esaminare la situazione dell’area degli ex Ospedali Riuniti.
Area Riuniti, il Comune:
"Sicurezza della zona
prima di tutto"
riuniti bergamonews
Versione stampabileSend by email

Si è tenuto questa mattina un incontro fra l’Amministrazione comunale, la Direzione amministrativa dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII ed i rappresentanti di Infrastrutture Lombarde s.p.a. per esaminare la situazione dell’area degli ex Ospedali Riuniti. E’ stata anzitutto affrontata la questione relativa alla sicurezza dell’area e la Direzione amministrativa dell’Ospedale ha evidenziato, da un lato, che non si sono manifestati problemi di sicurezza e, dall’altro, che l’area sarà convenientemente presidiata sin quando necessario al fine di impedire ogni tentativo di intrusione, mantenendo – per qualche mese ancora - alcune funzioni di carattere ospedaliero (centrale operativa del 118, che opera 24 ore su 24, centrale di Sterilizzazione, laboratori di Farmacia e Microbiologia) ed assicurando un continuo servizio di vigilanza a cura di un Istituto specializzato del settore.

E’ stata giudicata molto positivamente la presenza, sia pure temporanea, degli uffici dell’Anagrafe del Comune e si è fatto presente che è attualmente allo studio la richiesta di utilizzo di parte degli immobili per delle funzioni di carattere giudiziario.

Si è poi affrontato il tema del futuro urbanistico dell’area. I rappresentanti di Infrastrutture Lombarde s.p.a. hanno confermato l’interessamento della Cassa Depositi e Prestiti, finalizzato a garantire l’attuazione del progetto di valorizzazione dell’area recepito dall’Accordo di Programma aggiornato lo scorso anno fra il Ministero della Sanità, la Regione Lombardia, la Provincia di Bergamo, il Comune di Bergamo e la Direzione dell’Ente ospedaliero. Progetto di valorizzazione, che individua le precise destinazioni urbanistiche e le rilevanti prestazioni pubbliche che dovranno essere realizzate dall’operatore (fra le quali ricordiamo gli spazi sportivi da destinare all’Università ed al quartiere, l’asilo nido, il centro diurno anziani, la ludoteca, il centro di aggregazione giovanile, nonché, a carico dell’Università, le residenze per studenti e docenti). Il Comune continuerà a seguire con la necessaria attenzione la situazione dell’area ed organizzerà un Consiglio Comunale straordinario subito dopo il periodo feriale, anche per tenere informata la cittadinanza.

L’Amministrazione comunale di Bergamo
Martedì, 4 Giugno, 2013
Autore: Redazione Berganews