AGFA: Quando la politica serve a qualcosa

Vi ricordate della chiusura dell’Agfa di Manerbio annunciata un anno fa? Per una rara volta lavoratori, imprese, sindacati ed istituzioni hanno collaborato in modo serio mettendo da parte le ideologie e ciò ha portato un risultato positivo.

I lavoratori non hanno accettato la chiusura ed hanno iniziato un presidio permanente, per tenere alta e costante l’attenzione sulla loro situazione.

Una sindacalista, Federica Trapletti della FIOM, con garbo ma decisione non ha mai smesso di pressare le istituzioni affinché si prendessero in carico il problema.

Un imprenditore, nonostante i tempi avversi, ha deciso con coraggio di investire sul suo territorio, rilevando l’azienda chiusa.

Ed infine il Consiglio Regionale, ed in particolare diversi consiglieri della commissione Attività Produttive, senza colorazione politica hanno seguito la situazione in modo costante e con condivisione.

Il risultato è il ricollocamento nella nuova azienda della metà dei lavoratori sin da ottobre e di tutti gli altri entro tre anni.

Penso che questa sia la dimostrazione che quando le istituzioni vogliono risolvere i problemi sono in grado di farlo.

agfa

17. luglio 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , | Leave a comment

Anche i Padanos tengono famiglia

Nelle ultime settimane la maggioranza in Regione ha voluto parlare molto di famiglia, e ancora una volta coi fatti ha dimostrato cosa intende con famiglie di serie A e famiglie di serie B: se sei un loro parente, in Regione hai un futuro strapagato assicurato, altrimenti puoi accontentarti di un call center.

Ecco infatti che è arrivato un bel contratto anche per la compagna di Salvini, Giulia Martinelli, presso l’assessorato al welfare. E Salvini ha avuto  il coraggio di dichiarare che se fosse rimasta a lavorare nel privato avrebbe guadagnato molto di più. Per quello che ne sappiamo noi, è passata dalla ASL alla Regione pigliando il doppio dei soldi. Di quello che facesse nel settore privato prima di tentare i concorsi in ASL, se mai ha fatto qualcosa, non ne sappiamo nulla.

Forse è lecito pensare che nel privato questa gente non la voglia nessuno.

Qui l’articolo del Fatto che parla della vicenda

10. luglio 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , | Leave a comment

Passa la nostra mozione per sospendere l’obbligo di POS

È stata approvata oggi dall’aula la nostra mozione per sospendere l’obbligo di POS per tutte le imprese e professionisti.

Per arginare le strumentalizzazioni, ho spiegato ancora una volta che non siamo contrari all’utilizzo della moneta elettronica, ma chiediamo che fino a quando non saranno rivisti i costi del servizio bancario, che sono molto più alti dei costi applicati negli altri Paesi Europei, non si obblighino le partite IVA e le PMI in genere all’adozione di tale strumento, generando costi che si ribalterebbero inevitabilmente sui consumatori finali, ovvero i cittadini.

In sostanza vogliamo evitare l’ennesimo regalo alle banche.

Il PD ha votato contro la mozione con la motivazione che non combatterebbe l’evasione fiscale. Peccato che poi si siano contraddetti dichiarando inefficace l’obbligo di POS ai fini della lotta all’evasione fiscale. Il PD ha anche detto che Federconsumatori è dalla loro parte sostenendo l’obbligo di POS come grande opportunità per i consumatori. Peccato che tra due mesi, quando i costi dei beni e servizi saranno aumentati a discapito dei consumatori, si saranno dimenticati del provvedimento adottato dal Governo e la colpa verrà attribuita alle aziende che “avranno alzato arbitrariamente i prezzi.”

08. luglio 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , | Leave a comment

Perché regolamentare le sagre

In questi giorni abbiamo depositato un progetto di legge per regolamentare le feste e le sagre. Prima che qualcuno si scandalizzi, preciso che non è un progetto di legge col fine di far cessare le feste tradizionali di paese né quelle con scopi solidaristici, bensì vuole regolamentare una situazione che non è ben regolamentata, nella tutela dei consumatori e degli operatori del commercio.

Sono ormai numerose le località turistiche dove vere e proprie aziende mascherate da ONLUS organizzano feste e sagre con scopo di lucro, che nulla hanno a che vedere col territorio poiché non garantiscono la territorialità dei prodotti e che ingenerano concorrenza sleale con i ristoratori ma anche con quelle associazioni che da tempo fanno attività di volontariato sul territorio e trovano nella festa annuale l’occasione per rendicontare le attività svolte e raccogliere quelle poche risorse che permettono lo svolgimento di tali attività.

La proposta di legge prevede principalmente che:

  • In uno stesso Comune non possono esserci più di 10 giorni di sagra al mese e questi giorni devono essere consecutivi
  • Sono esentate dalle restrizioni quelle sagre che storicamente sono presenti su un territorio e fanno ormai parte della tradizione locale, così come le quelle che coinvolgono gli operatori locali (bar, ristoranti, ecc).
  • Nel caso di sagre dedicate a un prodotto tipico, il menù proposto non deve discostarsi se non per qualche piatto da quell’ingrediente (se la sagra è sulla castagna, il menù deve contenere ricette con castagne, se la sagra è sul fungo, i piatti devono contenere funghi, e via dicendo).

In Commissione Attività Produttive è già stata aperta la discussione sulla questione. Unico contrario, perfino sul discuterne, è stato il PD. Organizza talmente tante feste che si trova in conflitto d’interessi.

02. luglio 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , | Leave a comment

RAI: le menzogne dietro alla lotta agli sprechi

I 150 milioni che il governo pretende dalla RAI per finanziare i fantomatici 80 euro non perverranno affatto da una revisione della spesa, ma dall’ennesima svendita di un asset strategico per il futuro sviluppo delle telecomunicazioni in Italia oltre che della Sicurezza nazionale: Rai Way, le torri di trasmissione del segnale radiotelevisivo, che da sole potrebbero coprire con il wifi ed il 4G tutto il territorio nazionale e che sono nevralgiche per la sicurezza nazionale (su quei tralicci circolano le informazioni delle Forze dell’Ordine, dei Servizi Segreti, dell’Esercito, della Protezione Civile, della Banca d’Italia, del 118, dei Vigili del fuoco, della Presidenza della Repubblica e della Capitaneria di porto).

Un’altra volta, con il beneplacito dei grandi media che preferiscono nascondere la manovra sotto lo slogan della lotta gli sprechi, stanno svendendo il nostro futuro. Secondo voi a chi lo regaleranno?

Questo articolo spiega alla perfezione la situazione.

17. giugno 2014 by Dario Violi
Categories: Blog | Tags: , , | Leave a comment

POS obbligatorio: l’ennesimo regalo alle banche?

Ho depositato questa mattina una mozione per chiedere che Regione Lombardia pretenda dal Governo la sospensione della norma che obbligherà i professionisti e le imprese a dotarsi, dal 30 giugno prossimo, di POS per consentire i pagamenti con il bancomat per importi al di sopra dei 30 euro.

Premetto che io sono favorevole all’uso della moneta elettronica (io stesso non ho mai nel portafogli grandi somme di contanti), ma un provvedimento del genere dovrebbe contemporaneamente imporre alle banche una riduzione dei costi delle transazioni. Altrimenti, ed è quello che sta accadendo, dietro al dichiarato intento del Governo di combattere l’evasione fiscale si nasconde l’ennesimo regalo alle banche, che in Italia applicano le tariffe di noleggio dei POS, i canoni di utilizzo e le commissioni sulle transazioni più alte d’Europa.

Perché mai le migliaia di giovani, costretti ad aprire partita iva per racimolare 800/1000 € al mese e pagati spesso da un unico committente a 60/90 giorni, devono essere obbligati a versare 4-500 € all’anno alle banche per uno strumento che non gli sarà mai utile?

Mi auguro che gli altri gruppi politici supportino la nostra mozione e che grazie a questa sia bloccata l’ennesima fregatura per piccole imprese e professionisti.

 

05. giugno 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , | Leave a comment

Riforma dei confidi lombardi: meno credito per le PMI

La Giunta Maroni vuole l’accorpamento dei consorzi fidi lombardi, erogatori di credito per le PMI, sotto l’unico grande consorzio degli industriali, la cui situazione finanziaria è decisamente peggiore.

In questo modo si farebbero pagare ai piccoli gli oneri dei grandi, senza neppure indagare la responsabilità di questi ultimi. Inoltre, la centralizzazione dei consorzi farebbe venire meno la conoscenza diretta dell’imprenditore da parte del creditore, condizione ad oggi dimostratasi essenziale per permettere la concessione di prestiti anche a piccole imprese ritenute non idonee dalle banche.

In pratica si tratterebbe di un’ulteriore stretta al credito per le piccole e medie imprese.

Per questo motivo ieri in Commissione Attività Produttive ho depositato una richiesta di audizione urgente per i 33 confidi operanti in Lombardia.

Qui il nostro comunicato ufficiale.

04. giugno 2014 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , , | Leave a comment

Sessisti, omofobi e razzisti

Non essendo esperto di politica internazionale ed europea, vi rimando ad un articolo molto interessante che spiega come, ancora una volta, i grandi organi di informazione manipolino le notizie. La campagna si concentra ora sul partito britannico UKIP, “del quale i giornali non raccontano l’evoluzione né la storia, bensì riportano le frasi orribili pronunciate da suoi ex membri che sono stati espulsi proprio per quelle frasi.”

Si dice che UKIP sia sessista. “Eppure, su 24 europarlamentari UKIP eletti nel 2014, si contano 7 donne, il 30 per cento, in parte candidate come capolista nelle circoscrizioni britanniche, e tutte con funzioni dirigenti di primo piano.”

Si dice che UKIP sia omofobo. Eppure, “il primo europarlamentare UKIP eletto in Scozia nella storia, David Coburn, è un gay dichiarato che si accompagna in pubblico con l’uomo della sua vita, e che non si è certo sognato di promettere castità come fece Rosario Crocetta quando si candidò alla presidenza della Regione Sicilia. L’UKIP ha un suo coordinamento LBGT che prende posizione regolarmente in materia di omofobia. ”

Si dice che UKIP sia razzista e xenofobo. Eppure, uno degli eurodeputati eletti e responsabile della politica economica del partito, Steven Woolfe, è “un autentico arcobaleno di etnie di origine afroamericana, ebraica e irlandese. Un altro neoeletto e responsabile delle politiche sulla piccola e media impresa del partito, Amjad Bashir, è un signore musulmano nato in Pakistan.”

Qui trovate qualche discorso di Farage al Parlamento Europeo, di cui riporto un passaggio significativo rivolto agli eurotecnocrati:

If you rob people of their identity, if you rob them of their democracy, then all they are left with is nationalism and violence. I can only hope and pray that the Euro project is destroyed by the markets before that really happens.

Qui un discorso tradotto in italiano che riguarda anche l’ascesa di Monti in Italia.

02. giugno 2014 by Dario Violi
Categories: Blog | Tags: , , , | Leave a comment

Gori: dopo l’abuso, anche le balle

Quando attaccato sulla questione della veranda “abusiva” nella sua villa in Città Alta, Gori aveva risposto che era tutto regolare perché la struttura era rimovibile.

Bene, è stato depositato il verbale dell’accertamento da parte dela Polizia Locale, che ha inviato gli atti alla Procura: la struttura ha copertura in coppi, pavimento in muratura piastrellato, infissi veri e propri. Ergo non è rimovibile.

Quindi ora le questioni diventano due:

1) Ha commesso un abuso edilizio, perseguibile penalmente.

2) Ha raccontato una balla grossa come una casa (la sua?!) proprio in campagna elettorale.

Come fanno i Cittadini a fidarsi di un contaballe che non rispetta la legge? Non ne abbiamo avuti già abbastanza (tra cui Tentorio, sindaco uscente, arrestato nel 1993 per aver reso false attestazioni al Pubblico Ministero)?

Con che dignità questa gente vuole governare la nostra Città?

 

17. maggio 2014 by Dario Violi
Categories: Blog | Tags: , , , | Leave a comment

Expo: aumenta la benzina per finanziare i partiti

Ho appena finito la rassegna stampa mattutina e mi è andata di traverso la colazione.

Ieri hanno arrestato altre sette persone per la gestione degli appalti Expo, che garantivano agli amici di centro-destra e centro-sinistra indifferentemente gli ennesimi appalti. Centinaia di milioni di euro dalle tasche dei cittadini spartiti come se fossero cosa loro.

E stamattina gli editoriali mica si preoccupano delle briciole di un Paese spartite tra quattro ladri nominati dai partiti, no. Queste faccende non sono vergognose in sé, sono solo preoccupanti perché “ridanno linfa al partito di Grillo, alla demagogia e al populismo dei suoi.”

Un bell’elogio al governo Renzi anche questa mattina non manca da nessuna parte, quello che manca è che proprio il governo Renzi ieri ha deliberato l’aumento delle accise sulla benzina per coprire i buchi di Expo.

Il suo partito ruba, Renzi fa pagare a noi. Proprio un uomo da elogiare, il nuovo che avanza.

09. maggio 2014 by Dario Violi
Categories: Blog | Tags: , , , , | Leave a comment

← Older posts

Newer posts →