Ambiente, referendum, slot machine e km zero

Lunedì 7 ho partecipato ad un incontro pubblico in Provincia con l’Assessore all’Ambiente Claudia Terzi. I temi principali erano quelli cari al Movimento: la qualità dell’aria, con approfondimento sull’inceneritore di Filago, il piano cave (inesistente) e i problemi del sottosuolo tra cui la presenza di cromo esavalente nelle falde della Bassa Bergamasca.
Quello stesso pomeriggio ho partecipato all’Assemblea di Confindustria Bergamo a Treviglio, dove sono stati presentati i dati congiunturali e le prospettive per i prossimi anni che, al contrario di quanto dichiara il Governo, sono tutt’altro che rosee.

Martedì 8 in Consiglio si è finalmente votata l’indizione del referendum per la fusione di Bigarello e San Giorgio di Mantova. Questo dopo interminabili perdite di tempo dovute ad interessi politici di bottega, situazione che abbiamo denunciato più volte anche le settimane precedenti e che ha addirittura portato alla spaccatura della maggioranza, con la Lega e la lista Maroni che non hanno partecipato al voto, loro che dicono di fare gli interessi dei territori.
Durante la pausa pranzo c’è stato un primo incontro interlocutorio tra i gruppi politici sul tema della regolamentazione delle sagre e delle feste popolari, progetto di cui io sono coordinatore.

Mercoledì 9, oltre alle commissioni programmate, ho partecipato al convegno sul consumo di suolo organizzato dal nostro Consigliere Gianmarco, che si è rivelato un successo sia a livello qualitativo sia partecipativo.
Ho inoltre partecipato con Paola e Silvana alla presentazione del progetto di legge di iniziativa popolare volto a limitare la diffusione delle sale da gioco e delle slot machine.

Giovedì 10 ho incontrato i rappresentanti di ACTA, il sindacato autonomo delle partite IVA. Abbiamo affrontato i problemi della formazione finanziata e delle relative tariffe minime, dell’accesso al credito, degli ammortizzatori sociali e dello statuto del lavoro autonomo.

Lunedì 14 ho incontrato i rappresentanti della ristorazione di Confesercenti Bergamo sempre per il progetto di legge per la regolamentazione di sagre e fiere.

Martedì 15 abbiamo votato in aula il progetto di legge contro il gioco d’azzardo patologico. Dopo mesi di trattative nelle commissioni, finalmente abbiamo una legge regionale che combatte il gioco d’azzardo. Lo stesso giorno il Governo ha condonato 98 miliardi di euro di evasione ai concessionari delle slot.

Mercoledì 16 abbiamo fatto il primo incontro del gruppo di lavoro sulle linee guida commercio, nato per riequilibrare il piccolo commercio e la grande distribuzione in Regione dopo la moratoria che abbiamo ottenuto sulla costruzione di nuovi centri commerciali.
Nel pomeriggio ho dato udienza ad un comitato contro la fusione di cinque paesi del comasco. La nostra posizione sulle fusioni è chiara: si devono esprimere i cittadini. Per le valutazioni degli esiti referendari sto strutturando delle proposte da sottoporre al vaglio e al voto degli attivisti.

Giovedì 17 in IV Commissione abbiamo discusso il progetto di legge sulla panificazione, che vuole tutelare i panifici artigianali ed i consumatori specificando le tipologie di pane venduto e il processo produttivo. Questo progetto interferisce con gli interessi della grande distribuzione, che oggi vende nei supermercati pane con la dicitura “fresco”, ma che in realtà fresco non è. Per questo motivo PD e PDL hanno fatto ostruzionismo e la votazione finale è stata rinviata. Ho chiesto di inserire, con un emendamento, una tipologia di pane che preveda la filiera corta (km 0).

Venerdì 18 ho partecipato ad un incontro pubblico con attivisti e cittadini a Orzinuovi e sabato 19 è stato il grande giorno del nostro incontro provinciale.

22. ottobre 2013 by Dario Violi
Categories: In Regione | Tags: , , , , , | Leave a comment

Leave a Reply