Amministrative, Bergamo, Consigli comunali

2BGxM5S: Rassegna Consiglio Comunale 15/02/2016

IMG_2038Tento impostare un resoconto schematico per ogni Consiglio Comunale di Bergamo a cui io e Fabio partecipiamo. Vamos.
 
Serata tranquilla di metà febbraio. Ufficio Presidenza delle 17:15 con Fabio che polemizza sulla calendarizzazione degli OdG, mozioni e interrogazioni sempre a nostro sfavore. Patto Civico chiede di chiudere la seduta entro le 23. Fuori ha smesso di piovere e in aula a parte i giornalisti ci saranno nel pubblico i soli tre o quattro Sturmtruppen Uffizialen del PD a controllo del tutto. Pronti via si inizia.IMG_2039
 
1. Verbali delle sedute precedenti. approvati all’unanimità
2. Questione BOF. Anticipa le possibili critiche l’Assessore Angeloni esponendo il punto di vista di una maggioranza di Centro Sinistra che, al netto di tutte le parole e i princìpi, vuole mettere sul mercato una partecipata tra le più solide della città. Si accende il dibattito con interventi dall’opposizione. Intervento di Fabio (v. suo post: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=957606107668634&id=695459690549945). Lui spinge con “è una bugia che non si possa assumere” e l’Assessore si offende, rimarcando l’ingiuriosa parola “bugia” (sic). Visto come è andata a finire la serata, bugia era niente (v. ultimo punto). Come anticipato siamo contrari anche se la delibera passa con tutta la maggioranza e Forza Italia a favore.
3. Attestazione di interesse pubblico ed approvazione dello schema di convenzione con la società Workinprogress Italia Srl per la trasformazione del ex Longhi in via Ghislandi. Pare che nessuno voglia prendere la parola dopo la presentazione di prammatica dell’Assessore Valesini. Mi lancio io in alcune considerazioni che avevo già fatto in Commissione. La futura strada che il privato realizza sarà il primo tronco di una strada di penetrazione al centro città che si collegherà con la Rotonda delle Valli. Peccato che intersechi a raso la tramvia T1 e pure il futuro tracciato della T2! Ci avete pensato? Dalle risposte pare di no, o che se ci hanno pensato hanno minimizzato. Oppure che quella strada non verrà mai completata e questa opera di interesse pubblico in realtà è una stradetta a fondo chiuso ad uso e consumo di questo futuro piccolo complesso commerciale. Per la cronaca si vocifera sarà un Penny Market e un Acqua e Sapone. medie strutture, non centri commerciali. Si vota a favore pur con queste perplessità mentre Forza Italia senza dichiarare alcunché e fornire spiegazioni si astiene dal voto. Piccolo mistero.
4. Lapide commemorativa a Nicolò Rezzara al Famedio. Unanimità.
5. Interrogazione urgente a firma Lega Nord sulla cosiddetta Maxi Moschea. Intervento telefonato con risposta altrettanto prevedibile dell’Assessore Angeloni, stasera in gran spolvero. Peccato che -come il sottoscritto- non abbia una gran voce tonante. Sarebbe stata adeguata allo scambio di battute. In buona sostanza Ribolla chiede numi sulla maxi moschea e paventa il pericolo del terrorismo. Nelle forze di minoranza si concorda comunque sulla scarsa trasparenza dell’azione di Giunta. Assessore: Nessuna maxi moschea all’orizzonte, ma monitoraggio e programmazione condivisa. Nessuna votazione che possa dividere un’aula ormai dedita ai cellulari e agli snack.
6. Si passa agli OdG di provenienza consiliare. Noi ne abbiamo depositati (alcuni da parecchi mesi) 9 su 14. Invece si discute dell’ultimo arrivato, fresco di giornata, a firma Caretta-Lista Gori sul sostegno all’iniziativa nazionale del Fondo di Garanzia per la prima casa per le giovani coppie. Leggero fastidio. Intervengo sottolineando come ancora una volta si parli di questioni nazionali abbastanza ideologiche su cui tutti siamo d’accordo ma dallo scarso valore concreto nell’ambito comunale. Vorrei vedere chi è contro il sostegno alle giovani coppie per la prima casa ma di fatto di che stiamo parlando? Di sollecitare gli istituti bancari a concedere mutui? Molto interessante. Potremmo parlare allo stesso livello di astrazione del fatto che lo stato preferisce salvare le banche a spese dei cittadini o del progetto di tagliare le pensioni di reversibilità. Anche altri consiglieri di minoranza polemizzano senza acredine, quasi stancamente vista l’ora. Tutti favorevoli, quasi per togliersi dalle scatole un OdG di cui si sarebbe fatto volentieri a meno.
7.OdG a firma Tremaglia sul possibile utilizzo delle case invendute. Rimangono sul tappeto problemi formali e tecnici a detta dell’assessore. Sarà la stanchezza e l’eloquio barocco del simpatico collega Tremaglia ma il dibattito non ci appassiona poi molto. La maggioranza approva, noi ci sfiliamo in una più prudente astensione.
8. OdG a firma Tremaglia (notevole rateo di successo oggi per le sue proposte) sul possibile recupero a fini commerciali/culturali/aggregativi dell’ex distributore di via Baschenis. Curioso che dopo mesi di attesa, si discuta delle sue sorti proprio ora che sui giornali si scrive di un suo dissesto statico. L’assessore spiega, aggrotta lo sguardo, si aggiusta gli occhiali e i fogli, alza le spalle, concorda, illustra, apprezza ma poi conviene che ora è molto difficile che si possa fare granché. Non resisto e voglio dire anche io la mia in tema di inquinamento del terreno da idrocarburi, non fosse altro che per la mia esperienza sul tema di 14 anni. Ma i tempi tecnici mi tradiscono e schiaccio l’intervento quando siamo già alle dichiarazioni di voto. La PresidentA mi si innervosisce (e uno).
9. Viene infine il nostro turno. Ore 22.30 o forse più. Passano i giorni e gli anni e se li conti anche i minuti diceva De André. Di tanti argomenti stasera il Movimento 5 Stelle può discettare del semaforo con terzo tempo per svolta a sinistra in via Broseta. Molto bene. Anche perché nel mentre che si attendeva questa fondamentale disamina, i servizi comunali hanno accettato la richiesta de facto ed hanno montato il nuovo segnale di svolta. Ringrazio l’assessore per la cortese disponibilità ma non posso non polemizzare con la PresidentA che di tante fatiche ha scelto la trattazione di questo punto. Lei mi si innervosisce (e due).
10. Udite udite: un altro OdG del Movimento in chiusura di Consiglio! Questa poi è fantastica. Ho appena parlato tra i banchi con l’assessore e siccome è una questione minuta su dei parcheggi in via Longuelo che può essere risolta direttamente presso i suoi uffici, anche questo OdG non ha più valore e mi vedo costretto a ritiralo. Quindi ci hanno dato spazio su due OdG nel frattempo “scaduti”. Lo faccio notare alla presidenza. Mi viene risposto nervosamente che la minoranza chiede sempre di contingentare i tempi. Al che non posso fare a meno di far notare che è la maggioranza della minoranza a chiedere queste cose. Noi non abbiamo mai chiesto di terminare prima bensì di lavorare più possibile nella speranza di evadere i nostri punti. La PresidentA mi si innervosisce (e tre).
11. La seduta è tolta e la PresidentA mi manda a cagare (3-1).
Vicenda che poi esplode sui media il giorno dopo. Ma questa è un’altra storia, già vecchia peraltro.

Lascia un commento